Gen 072018
 

Un buon sito web deve essere funzionale e semplice da navigare.
Questo farà in modo che l’utente possa muoversi facilmente tra le pagine ed accedere con profitto ai contenuti pubblicati.

Ma non basta per fare in modo che i motori di ricerca possano indicizzare al meglio le pagine.
SEO : Search Engine Optimization ovvero le tecniche di ottimizzazione di un sito web volte a migliorare la visibilità dello stesso ai motori di ricerca (quali ad es. Google, Yahoo!, ecc.) al fine di incrementare (o mantenere) il posizionamento nelle pagine di risposta alle interrogazioni degli utenti del web.

seo schema del collegamenti tra siti webPage rank : è un algoritmo di analisi che assegna un peso numerico ad ogni elemento di un collegamento ipertestuale di un insieme di documenti, come ad esempio il World Wide Web, con lo scopo di quantificare la sua importanza relativa all’interno della serie.

Web crawler : detto anche spider o robot è un software che analizza i contenuti di una rete (o di un database) in un modo metodico e automatizzato, in genere per conto di un motore di ricerca. Un crawler è un tipo di bot (programma o script che automatizza delle operazioni), e i crawler solitamente acquisiscono una copia testuale di tutti i documenti visitati e le inseriscono in un indice.

Impostazione di Wordpres

  • Evita animazioni e siti in flash che non possono essere indicizzati dai web crawler.
  • Crea un sito mobile-friendly.
  • Se si usano menu a tendina in javascript, duplica gli stessi link in formato html nella pagine così che anche i motori di ricerca possano leggerli e indicizzare il sito web.
  • Imposta una facile navigazione del sito, gli utenti trascorreranno su di esso più tempo e visualizzeranno un numero superiore di pagine. Questi sono fattori tenuti in considerazione nell’algoritmo Google. Ogni pagina va raggiunta con un massimo di 4 click.
  • I link al tuo sito devono puntare sempre alla stessa tipologia di indirizzo: http://dominio.xxx oppure http://www.dominio.xxx .
  • Segnalare il sito web a Google o tramite Webmaster Tools funzione Visualizza come Google ed inviando successivamente al Recupero della homepage le pagine all’indice.
  • Nelle immagini aggiungi sempre un testo nel titolo e nel campo alternative, che contenga parole chiave.
  • Nomina le immagini con parole chiave separate da trattini (non da spazi o underscore).
  • I link interni ed esterni devono usare parole o frasi chiave con le quali volete farvi trovare e non il classico [click qui]; inoltre meglio non usare più volte la stessa parola o frase per non incorrere in penalizzazioni; aggiungi il luogo di residenza per avvantaggiare le ricerche localizzate.
  • Aggiungere i pulsanti di sharing.
  • Usare un Feed Rss e fate in modo che altri siti web usino il contenuto proveniente dai feed rss.
  • Inserisci e linka video su YouTube, Vimeo, Google Video, ecc.
  • NON usare i frame, in quanto non permettono il link diretto alle pagine.
  • Attiva i social network con pagine che rimandano al tuo sito web: Digg, del.icio.us, Facebook, LinkedIn, Google Plus, ecc.
  • Controlla che il server condiviso che ospita il sito web con altri siti non sia nelle black-list.
  • Velocizza il sito web, per ridurre il tempo di caricamento (WP Super Cache e MaxCDN se gli utenti si trovano in diverse parti del mondo).

Metodologia di pubblicazione

  • Un sito interessante ma con un page rank basso può comparire prima di uno con un page rank alto ma di scarsi contenuti.
  • Se il sito è statico, aggiungere un blog.
  • Un articolo lungo è controproducente; meglio spezzarlo in più parti e postarle a distanza di qualche giorno.
  • Ogni pagina deve avere un nome diverso, a sua volta diverso dal titolo (TITLE), che ne focalizzi il contenuto; non usate più parole chiave contemporaneamente in quanto i motori di ricerca preferiscono contenuti unici.
  • I motori di ricerca sfruttano algoritmi intelligenti e interpretano il linguaggio naturale, evita quindi pagine piene di parole senza senso in quanto una frequenza troppo alta porta a penalizzazioni.
  • Imposta una regolare pubblicazione di contenuti di qualità, utili ed approfonditi
  • Aggiorna i contenuti esistenti mantenendo lo stesso url, Google riceverà un segnale che il tuo sito è attivo e ben gestito.
  • Lunghezza dei testi, almeno 1000-1500 parole per i post e 250 per le descrizioni dei prodotti sui siti e-commerce.
  • Non copiare post da altri siti, usa http://smallseotools.com/plagiarism-checker/ per effettuare un controllo.

Link esteni

  • Ottieni un link in un sito web con alto page rank.
  • I siti web .edu e .gov sono considerati importanti e ad avere un link, anche a pagamento, in essi favorisce il page rank.
  • Fai guest blogging, ovvero ottenere dai blogger più influenti, anche a pagamento, un link ad un post, immagine, video.
  • Prima di accettare un link a pagamento in una pagina verifica se tale pagina è stata aggiornata recentemente tramite lo strumento http://www.cachedpages.com/
    Se la cache di Google è più vecchia di un mese la pagina non ha un gran valore.
  • Linka quanti più siti puoi ma che trattino lo stesso argomento del tuo; fai in modo che a loro volta essi aggiungano il tuo link.

Sorry, the comment form is closed at this time.